Booking.com
Martedì, 28 Febbraio 2023 17:00

Testadoro, il marchio torinese rinasce

Dario Pasqualini, artista di Cumiana (TO), è uno dei pochi appassionati che continua a creare boite, battilastra e modelli in clay realizzati a mano, nonostante il mondo frenetico e altamente tecnologico di oggi. Ha acquisito il marchio Testadoro, una casa costruttrice di automobili attiva a Torino dal 1946 al 1949, quando le auto venivano fatte a mano dagli artigiani esperti, veri e propri artisti delle quattro ruote. Questi elementi sono rari ma vivono ancora nelle menti degli appassionati.

Il marchio Testadoro è tornato grazie a Pasqualini, pronto a creare una nuova storia dell'arte automobilistica di Torino. 

La storia di Testadoro: la nascita, la fine e la resurrezione dei giorni nostri

Il nome Testadoro è stato dato a una speciale testata motore progettata dall'ingegnere Arnaldo Roselli per la Fiat 508 "Balilla" negli anni '30. Il nome deriva dal colore bronzeo della testata. Successivamente, l'imprenditore torinese Giorgio Giusti ha prodotto la testata anche per la popolare Fiat 500 "Topolino", che ha aumentato la potenza e ridotto i consumi di carburante. Giusti ha poi creato nove vetture da corsa Testadoro per gareggiare. La sua azienda, "Casa dell'Auto", era con sede a Torino.

Le auto Testadoro come la Sport, la Drin-Drin, la Marinella e la Daniela hanno partecipato alle gare più importanti dell'epoca. Inizialmente, erano solo versioni modificate della Fiat 500 Topolino, ma poi sono state completamente progettate e costruite con motori nuovi prodotti internamente. La Testadoro Daniela è stata la migliore, con un motore da 742cc che produceva 45 CV a 6.500 giri/min. La carrozzeria è stata disegnata da Zagato, che ha ripreso le sue attività dopo la Seconda Guerra Mondiale. Elio Zagato era anche un pilota ufficiale della "Squadra Testadoro", insieme ad altri nomi famosi come Nuccio Bertone, Gino Valenzano, Ugo Puma, Aquilino Branca e lo stesso Giusti.

Giorgio Giusti decise di chiudere l'azienda Testadoro nel 1949, dopo la morte del suo socio Arnaldo Roselli in un incidente d'auto. Giusti si rese conto che le corse erano troppo pericolose e preferì dedicarsi alla famiglia e alle sue altre aziende. Giusti fu anche presidente del Racing Club 19, un club di appassionati di corse a Torino, fino agli anni '50. In seguito diventò un famoso pittore, esponendo le sue opere in Italia e negli Stati Uniti.

Dopo un sonno di quasi 70 anni, il leggendario marchio Testadoro è tornato in vita grazie a Dario Pasqualini. Nel 2017, Pasqualini si appassiona alla tradizione torinese della carrozzeria artigianale e decide di riportare in vita il mitico marchio. Nel 2019, Pasqualini acquisisce e registra ufficialmente il marchio Testadoro, dando il via alla sua rinascita nel settore automobilistico.

 

Lascia un commento

Iscriviti e Vendi Subito le tue Auto e i tuoi Ricambi

1. Inserisci l'annuncio

Carica i dati del tuo annuncio in poco tempo

2. Pubblica l'annuncio

Rivedi e pubblica il tuo annuncio di vendita

3. Ricevi messaggi dagli acquirenti

Quando i potenziali acquirenti ti contatteranno riceverai una notifica

4. Effettua la vendita

Gestisci la vendita fino al termine con il tuo cliente

Iscriviti ora e vendi subito

Newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere gli aggiornamenti
Ho letto e accetto Termini e condizioni d'uso e Informativa sulla privacy
Top
Nessuna connessione internet